Archivio per la categoria ‘Restauri’

chiesa-castellammare

Stazione Appaltante: Curia Arcivescovile di Sorrento e Castellammare di Stabia -Ente Parrocchia di Santa Maria Assunta e San Catello

Immobile oggetto dell’intervento: Chiesa Concattedrale Di Santa Maria Assunta e San Catello, Piazza Giovanni XXIII Castellammare di Stabia

La Chiesa Concattedrale di Castellammare di Stabia è dedicata a San Catello e Santa Maria Assunta e si trova nel pieno centro storico della città, ed è forse l’edificio che meglio rappresenta la testimonianza storico artistica di Castellammare dal ‘500 ad oggi.

Leggi…

orfe-piazzetta-capri

Stazione Appaltante: Comune di Capri

Immobile oggetto dell’intervento: Antica Porta di Città – Capri

Tra l’XI ed il XII secolo, il centro abitato, posto fino a quel momento in prossimità dell’attuale chiesa di S. Costanzo, a causa delle frequenti incursioni dal mare viene spostato sulla sella compresa tra il monte S. Michele e la collina del Castiglione e chiuso da mura turrite, che si raccorderanno dalla parte di Napoli alle mura pre-elleniche ed entro cui si aprirà la “porta di città” con supportico e ponte levatoio, unico accesso al nucleo abitato sia che si salisse da Marina Grande, sia che si arrivasse da Anacapri.

Leggi…

Pompei

Stazione Appaltante: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei

Sito oggetto dell’intervento: Scavi di Pompei

I lavori agli scavi di Pompei, uno dei centri archeologici più importanti al mondo, hanno riguardato la creazione di un primo percorso dedicato ai visitatori con difficoltà motorie in un ampio settore interno alle insulae antiche, con ingresso riservato dalla Piazza di Porta Anfiteatro. Il percorso inizia costeggiando la recinzione demaniale di Via Plinio a ridosso della Necropoli di Porta Nocera, ove si possono ammirare le vestigia delle sepolture, le porzioni di mura in opera ciclopica e la detta Porta.

Leggi…

Il Palazzo Reale di Napoli

Stazione appaltante: Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio di Napoli e Provincia

Immobile oggetto dell’intervento: complesso monumentale di Palazzo Reale, Napoli

La costruzione del Palazzo Reale di Napoli fu iniziata nel XVII secolo ed era – insieme alla Reggie di Caserta, di Capodimonte  e di Portici –  una delle quattro residenze che i Borboni costruirono in Campania durante il Regno delle Due Sicilie.

Leggi…

Chiesa di San Francesco di Paola

Stazione appaltante: Ministero Lavori Pubblici

Immobile oggetto dell’intervento: Basilica di San Francesco di Paola, Napoli

Basilica di San Francesco di Paola si trova a Napoli, al centro della famosa piazza Plebiscito, e può essere considerata uno degli edifici religiosi più suggestivi della città. La costruzione della basilica rientrava nell’opera di recupero del Largo di Palazzo (l’attuale piazza Plebiscito) voluta da Gioacchino Murat durante i primi anni del XIX secolo.

Leggi…

Monte di Procida

Stazione Appaltante: Comune di Monte di Procida, Napoli

Sito oggetto dell’intervento: Area Archeologica di Piazza Mercato di Sabato a Cappella

La piazza Mercato di Sabato a Cappella è l’antica piazza del piccolo nucleo storico di Cappella, oggi ripartito tra i comuni di Monte di Procida e Bacoli. La via Cappella ricalca il tracciato dell’originario asse viario che collegava l’abitato di Misenum con Cuma: la sua mezzeria segna il confine tra la zona appartenente al Comune di Monte di Procida e quella che fa parte del Comune di Bacoli.

Leggi…

Croce di Papa, Nola

Stazione appaltante: soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei

Sito oggetto dell’intervento: Villaggio Preistorico di Nola

Il Villaggio dell’età del bronzo di Nola fu seppellito dall’eruzione del Vesuvio ed è denominato la Pompei della Preistoria. I reperti si caratterizzano per il loro eccezionale stato di conservazione e sono custoditi nel Museo Archeologico di Nola. Molti utensili di uso comune durante l’età del Bronzo Antico sono conservati nella sezione preistorica. Il sito archeologico di Nola si presenta in ottime condizioni e il fango dell’eruzione ha permesso di ritrovare il calco di due capanne.

Leggi…

Villa Rosebery

Lavori di realizzazione dell’impianto di climatizzazione, recupero dei prospetti a mare e adeguamento degli impianti elettrici all’edificio demaniale denominato “Palazzina Borbonica” sita nel comprensorio di Villa Rosebery in Napoli.

Stazione Appaltante: Ministero dei Lavori Pubblici

Sito oggetto dell’intervento: Complesso demaniale di Villa Rosebery

Leggi…

Museo Archeologico di Napoli

Stazione Appaltante: Electa Spa – Gruppo Mondadori

Immobile oggetto dell’intervento: Museo Archeologico Nazionale – Napoli

Lavori di completamento dell’allestimento delle sale della Collezione Farnese e di manutenzione straordinaria delle sale della Collezione “Gemme farnese”, Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Leggi…

campanile di capri

Stazione Appaltante: Comune di Capri

Immobile oggetto dell’intervento: Torre Campanaria – Capri

Le prime notizie storiche relative alla torre campanaria di Capri, e in particolar modo al suo orologio, risalgono al 21 maggio del 1688, quando l’Università di Capri chiese ed ottenne dal Regio Consiglio Collaterale l’autorizzazione a prelevare dal guadagno dell’anno la somma di 116 ducati per “l’orologio nuovo” che si doveva realizzare. I lavori iniziarono l’anno successivo, quando l’Università spese – come risulta dal decreto del 24 maggio 1689 – altri 50 ducati per sistemare quanto già esisteva: “et fare la cameretta et altro che bisogna per riporre l’horologio nuovo”.

Leggi…